Il Comitato Festeggiamenti

why not find out more http://gogirlsmusic.com/?poniker=hombres-cristianos-solteros&16d=45 Unire forze, competenze e devozione per rendere ancora più speciale l’incontro della Città di Ragusa con il suo Santo Patrono. E’ il compito che si è prefissato un nuovo gruppo di giovani, che dal 1° Giugno 2010 affianca la Cattedrale nell’organizzazione dei solenni festeggiamenti di Agosto in onore di San Giovanni Battista.

http://www.topcanon.fr/figase/opie/4268 L’idea di contribuire attivamente alla preparazione della festa, era già nata da diverso tempo all’interno del gruppo storico dei portatori del fercolo – che da molti anni si occupa di condurre il venerato simulacro del Patrono per le strade della nostra città – e i festeggiamenti 2010 hanno rappresentato l’occasione per dare vita a questo progetto. Sin dai primi mesi di quell'anno, infatti, in occasione delle varie riunioni dei portatori, sono stati definiti gli ambiti dove era importante operare, creando delle vere e proprie aree che sono state ricondotte ad un rappresentante, il quale è diventato referente di un'area specifica iniziando a coordinare un aspetto ben preciso della festa.

http://newpattaya.com/molekyla/2682 http://web-impressions.net/fister/1008 Comunicazione, Fuochi d'Artificio, Illuminazione, Cultura e Spettacolo, Sicurezza e coordinamento della processione sono le cinque principali aree di intervento, contornate ciascuna da diversi aspetti più specifici da organizzare adeguatamente. Tutto questo per organizzare meglio ogni singolo aspetto. Ogni area, infatti, ogni anno lavorato per introdurre novità o rendere più efficienti e organizzati meglio tutti gli aspetti fondamentali della festa, nel tentativo di rendere ancora migliore un momento importantissimo per tutta la città di Ragusa.

dating sites to meet military guys Un lavoro che – è bene dirlo - assicura una "innovazione nella tradizione" curando l'introduzione delle novità ma rispettando - anzi, esaltando maggiormente - gli aspetti tradizionali di una festa che nel suo contenuto spirituale e devozionale resta e deve restare come tutti da sempre la viviamo. Il tutto, seguendo la linea della profonda sinergia con la Cattedrale, dal Parroco Mons. Carmelo Tidona ai consigli Pastorale e Affari Economici, lavorando insieme passo passo, in maniera coordinata e coerente.

flirter technique Il 2010 ha rappresentato il primo banco di prova - la prima festa organizzata dal gruppo - al termine del quale sono stati analizzati tutti gli aspetti positivi della nuova organizzazione e anche le criticità che andavano migliorate. Tutto ciò, davanti ad un 2011 che rappresentava un anno ed una festa decisiva. Usciti dalla prima festa organizzata, era il momento di preparare un evento importante, storico ed unico: i festeggiamenti coincidenti con il 150° anniversario dalla realizzazione del venerato simulacro.

Una ricorrenza che rendeva necessaria la predisposizione di una festa molto diversa, vissuta più "in grande" e con momenti speciali e storici da organizzare. E per questo, sin dal dicembre 2010 il comitato e i portatori hanno lavorato, perchè c'era tanto da fare e da organizzare. Non solo per celebrare una festa "grande" ma anche per qualcosa di importante, duraturo, necessario: il Simulacro Processionale, proprio nell'anno del suo 150°, aveva bisogno di un nuovo baiardo, in quanto la vecchia struttura lignea era divenuta pericolante e non in grado di ospitare tutti i portatori. Per questo, una raccolta di fondi attuata tramite un sorteggio ha reso possibile la realizzazione della nuova struttura.

http://prettytallstyle.com/birkof/1648 Un lavoro che dura tutto l'anno. Già a settembre-ottobre, quando, al termine della festa precedente, una fase di bilancio e valutazione analizza i festeggiamenti appena conclusi per interrogarsi immediatamente sulle criticità da evitare per quelli da organizzare. Sarà poi ad inizio anno, tra Gennaio e Febbraio, in concomitanza con la ripresa degli incontri generali, che il Comitato si adopera per fare le prime proposte legate alle novità oppure per iniziare a sbrigare le cose "ordinarie". Da quel momento, è un susseguirsi di momenti organizzativi, propositivi ed operativi, che ininterrottamente si snodano fino al 19 Agosto, giorno dell'inizio del Novenario.

like this In sintesi, il lavoro del Comitato e dei Portatori, dal 2010 alla fase odierna, ha portato a modifiche, migliorie, innovazioni, ottimizzazioni operative, tra cui ricordiamo:

  • Organizzazione operativa delle feste 2010, 2011 (solenni), 2012, 2013 e in questo momento la 2014;
  • Predisposizione di un piano annuale strategico di comunicazione, comprensivo di tutti gli strumenti integrati per un'efficace diffusione della festa;
  • Creazione del portale web ufficiale e di una struttura dedicata alla comunicazione e alla grafica di eccellenza;
  • Coinvolgimento di fotografi professionisti in grado di immortalare, mai come prima, ogni momento della festa con foto artistiche e particolari;
  • Creazione della Guida Ufficiale alla Festa, contenente non solo le informazioni ma anche un lavoro annuale dedicato alla Festa o ad aspetti importanti del patrimonio artistico della Cattedrale;
  • Coinvolgimento di numerosi sponsor, inserzionisti, partners, per finanziare spese particolari;
  • Creazione di un area sicurezza, coinvolgendo associazioni di volontariato e protezione civile per riorganizzare la processione e tutti gli aspetti a tutela dei devoti e dei cittadini;
  • Riorganizzazione delle luminarie, ricontando e ripiazzando in maniera organica ed artistica archi e secondarie, nonchè dotando la piazza San Giovanni di maggiori luminarie arricchendo la facciata di Palazzo Ina di una spalliera ampia, con a centro una particolare sagoma in led della Statua del Patrono;
  • Creazione di nuovi eventi e momenti culturali (e non) di rilievo, tra cui: la presentazione ufficiale e conferenza stampa; la Collettiva di Pittura "Artisti Iblei per San Giovanni", mostre annuali parallele alla Collettiva, ogni anno sempre diverse; sinergia con l'organizzazione della "Rassegna Teatrale Mons. Pennisi" e creazione, nel 2012, del nuovo macro-evento "La sera della vigilia", che ha permesso di vivere la sera prima del 29 Agosto, in una maniera del tutto nuova, concentrando spettacoli pirotecnici, musicali, giovanili, rassegne artistiche e la caratteristica "Accensione della Scala illuminata" (scala centrale della piazza). Ma è nelle feste successive che il voler "aprire la festa ai giovani" diventa un vero e proprio festival: nel 2013, nel 2014 e nel 2015, di SANGIOVART, rassegna dedicata all'arte costituita da un contest musicale in piazza (giovani band e cantanti giudicati e premiati da giurie di qualità) e fotografico (opere giudicate dal pubblico e da esperti). Ogni anno il 28 Agosto in Piazza San Giovanni si riversano, dopo tanto tempo, centinaia di ragazzi per partecipare alla "sfida" tra le band.
  • Unione delle forze per la realizzazione della festa di Agosto ma anche dell'intero cartellone estivo del Centro Storico. Nel 2012, per la prima volta Comune, Comitato e Commercianti del centro si sono uniti per la predisposizione di iniziative uniche e coordinate;
  • Coinvolgimento di premiate ditte storiche per l'accensione dei fuochi pirotecnici, fino all'arrivo a Ragusa della storica e rinomata ditta F.lli Chiarenza da Belpasso (CT) e alla compresenza, per i festeggiamenti 2011, di ben due ditte contemporaneamente, coinvolgendo anche la Firesud di Zafferana Etnea (CT); aumento degli spettacoli pirotecnici dal Ponte San Vito, che da uno diventano quattro (rientro del 28 sera, uscita e rientro del 29 sera, gran galà pirotecnico del 29 a mezzanotte), per il 2015 invece è stata scelta la ditta Zio Piro by Vaccalluzzo di Belpasso (CT);
  • Riorganizzazione dei percorsi della processione, con lo svolgimento di tutte le pratiche necessarie in raccordo con il Comune per consentire, dopo decenni, il passaggio del Patrono ad Agosto e della Madonna della Medaglia a Maggio dal Ponte Padre Scopetta (ponte vecchio);
  • Organizzazione dei solenni festeggiamenti del 2011 dedicati al 150° della realizzazione del venerato simulacro, con numerosi aspetti importanti e nuovi da diversi punti di vista; in particolare, organizzazione, per la prima volta in assoluto nella storia dei festeggiamenti, della Solenne Processione delle Sacre Reliquie, con la partecipazione delle parrocche e città che celebrano il Battista nella Sicilia Orientale e di comitati a noi vicini;
  • Gemellaggi e momenti di fraternità e rappresentanza con parrocchie, comitati, città, legati dalla devozione al Battista o dall'organizzazione di festeggiamenti patronali (questo avviene con la partecipazione a momenti comunitari e/o di rappresentanza nel corso delle diverse feste); in particolare il Comitato di Ragusa è gemellato dal 2012 con Chiaramonte Gulfi (RG) e dal 2013 con Acitrezza (CT); il 28 Giugno 2014 e il 27 Giugno 2015 la delegazione iblea ha partecipato alla processione delle reliquie a San Giovanni Montebello (CT), dal 19 al 21 Giugno 2015 il Comitato insieme ai Portatori e alla comunità della Cattedrale, guidati dal Parroco Don Girolamo Alessi e dal vicario Don Maurizio Di Maria, ha preso parte ai festeggiamenti in onore di San Giovanni Battista a Xewkija - Gozo (Malta)
  • Reintroduzione del sorteggio-lotteria, destinato a obiettivi ben specifici stabiliti ogni anno;
  • Creazione e promozione di iniziative per il finanziamento e la realizzazione del nuovo baiardo processionale, avvenuta nel 2011 attraverso il sorteggio;
  • Creazione e promozione dell'iniziativa per il restauro del venerato simulacro, coinvolgendo il Comune di Ragusa e l'Ufficio Centri Storici. Grazie all'impulso del Comitato è stata finanziata, attraverso i fondi della Legge Regionale su Ibla, l'intera somma per il restauro del Simulacro, pari a € 30.000 e iniziato a Gennaio 2013.
 click here